NOTIZIE:


Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi
Il teatro san Domenico partecipa al ‘Giugno ripaltese’
 
Il teatro san Domenico partecipa al ‘Giugno ripaltese’
Il teatro san Domenico partecipa al ‘Giugno ripaltese’

Anche il teatro san Domenico partecipa alla rassegna Giugno ripaltese proposta dal comune di Ripalta Cremasca, organizzando fattivamente la serata di chiusura con la partecipazione del Quartetto Euphoria show, un concerto o forse uno spettacolo che di classico ha ben poco. Appuntamento alle ore 21 di domenica 3 luglio presso il giardino antistante il comune. Saranno protagoniste le musiciste Marna Fumarola (violino, Italia), Michela Munari (violoncello, Italia), Suvi Valjus (violino, Finlandia) Hildegard Kuen (viola, Germania). Descritto nel dettaglio nella scheda tecnica allegata, il quartetto si trasforma, passa dall’atmosfera classica alla burla. E allora è verità? Gli archetti diventano oggetti di scena e gli strumenti rivelano possibilità di utilizzo impensate. Biglietti disponibili. Posto unico al costo di 15 euro.
Lo spettacolo si inserisce in una rassegna di qualità, andando a confermare una collaborazione fattiva, quella tra il teatro e il comune di Ripalta Cremasca, dopo il grande successo registrato in precedenza con la Banda Osiris. “L’intento – spiega il presidente della Fondazione san Domenico Giuseppe Strada – è quello di offrire una serata di divertimento come è nel nostro stile, ma sul territorio. Da tempo abbiamo attivato collaborazioni con i comuni limitrofi per portare un po’ della Fondazione san Domenico anche sul territorio cremasco. È importante che questi legami vengano continuamente rinsaldati. Ci auguriamo che i ripaltesi e non solo possano trascorrere una piacevole serata all’insegna del divertimento e della buona musica”.