NOTIZIE:


Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi Teatro San Domenico Eventi
Rigener-Azioni, gli occhi e il talento dei giovani per il futuro degli Ex Stalloni
 
Rigener-Azioni, gli occhi e il talento dei giovani per il futuro degli Ex Stalloni
Rigener-Azioni, gli occhi e il talento dei giovani per il futuro degli Ex Stalloni

Progetti di rilancio e riqualificazione, video artistici, fumetti a tema. Tanto talento, infinita creatività. Un unico giovane sguardo per l’area degli Ex Stalloni. Questa, in estrema sintesi, è la mostra RigenerAzioni, inaugurata ieri di fronte ad un folto pubblico presso la galleria Arteatro della Fondazione san Domenico, a cura degli studenti dell’istituto scolastico Bruno Munari. Dalla fotografia, all’architettura, passando per il design, il video, la comunicazione e la grafica: sei sezioni per dare la possibilità ai giovani di esprimersi, di dire la loro su un luogo del passato che merita di continuare a vivere.

Come ha spiegato il vicepreside dell’istituto Munari Eugenio Clerici: “questa è una delle mostre che ci permette di proseguire un legame con il territorio, ma soprattutto dà l’opportunità ai giovani di partecipare, di dire la loro, di diventare cittadini attivi”. Sulla stessa linea d’onda il presidente della Fondazione san Domenico Giuseppe Strada: “sarebbe bello se, oltre questi progetti, lo spazio degli Ex Stalloni venisse consegnato ai giovani. E da questi ripensato, adeguandolo alle esigenze attuali della città di Crema”. Anche per l’assessore alla pianificazione territoriale Cinzia Fontana: “parlare di rigenerazione oggi vuol dire proprio questo: ripensare i luoghi del passato tenendo conto dell’evoluzione dei tempi e delle esigenze di una comunità”.

Curato dalle docenti Elena Barbaglio e Barbara Belloni, il progetto ha coinvolto diverse classi di diversi indirizzi dell’istituto Munari, con l’intento “non di tradire il passato, ma di pensare al futuro”. E così i progetti raccontano di un’attenzione al verde e alle persone con fragilità, valorizzando anche l’attuale sede del Centro di riabilitazione equestre. Non solo, le opere di grafica offrono l’occasione di una riflessione sullo scontro generazionale e sull’importanza di valorizzare le peculiarità di ciascuno. Le fotografie, invece, suggeriscono come ogni angolo, ogni dettaglio possa raccontare una storia importante. Di ciò che è stato e di ciò che siamo. Per dare forma a ciò che saremo. Anche nei luoghi di un tempo e con lo sguardo dei giovani. Anzi, con uno sguardo giovane.  L’esposizione sarà visitabile fino al 12 giugno nei seguenti orari: dal martedì al sabato dalle 16 alle 18, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Ingresso libero.